Racconti dei Membri

Intervistiamo Paolo, Ambasciatore Nextdoor e organizzatore di serate a Bologna!

Scritto da AmedeoGalano

Appassionato di start-ups, di digital marketing… e non solo. Abbiamo avuto modo di conoscere Paolo, ragazzo simpaticissimo ed Ambasciatore di Nextdoor a Bologna! Incredibile vedere come, in così poco tempo, Paolo sia riuscito a creare una magnifica comunità attorno a sè, semplicemente rimboccandosi le maniche ed iscrivendosi su Nextdoor.

Oltre ad aver passato una magnifica serata in compagnia sua e dei suoi vicini, abbiamo colto l’occasione per fargli qualche domanda!

Ciao Paolo, dicci un po’: come descriveresti Nextdoor in una frase?

Nextdoor è una grande opportunità per conoscere i propri vicini, ed entrare in questa dimensione migliora notevolmente la qualità della vita del singolo ma anche del quartiere in sé.

Cosa ti ha portato a iscriverti sull’app? E cosa sta significando per te?

Mi sono iscritto sull’app perché una mia amica era riuscita a organizzare con Nextdoor un bellissimo book club, una sorta di circolo di lettori. Ne parlava in modo entusiasta, ed essendo una persona molto “social” mi sono attivato subito per fare qualcosa di simile.

Al momento la sto usando soprattutto per organizzare aperitivi e serate “giochi da tavolo” che sono una delle mie passioni. Essendo anche insegnante di meditazione Mindfulness è stata utile per far sapere ai vicini dei miei incontri a donazione libera. Mi piacerebbe in futuro creare proprio un gruppo di meditazione del vicinato.

Dicci qualche “segreto” del tuo quartiere.. avrai imparato qualcosa conoscendo tutta questa gente!

Il Pratello (la via dove abito) è un posto unico a Bologna, famoso per la vita notturna, i bar e ristoranti ma con un’anima e un carattere incredibilmente definito e anche con un po’ di contraddizioni: dal bar alla Bukowski al ristorante che piace agli hipster. Un segreto? Non tutti sanno che in mezzo alla via c’è il centro di quartiere, il Centro Sociale della Pace che organizza iniziative fantastiche, dai corsi di tango a quelli di cultura cinese e cucina vegana.

Mi sono affezionato molto a questo luogo e non lo cambierei facilmente.

Vuoi seguire l’esempio di Paolo e organizzare anche tu attività nel tuo quartiere? Contattaci, siamo felici di aiutarti! 🙂

6 Commenti

Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Shares
Share This