Le 5 azioni fondamentali per fare la differenza nella tua comunità locale

5 Azioni Contro Il Coronavirus Nextdoor

Premesso chi siamo e cosa facciamo, ovvero coltivare un mondo più gentile in cui ognuno di noi possa avere un quartiere su cui contare, dobbiamo prendere atto che le comunità locali siano un punto di forza per superare questo momento difficile. La soluzione è stare vicini: se non fisicamente, possiamo farlo online.

Attraverso Nextdoor i vicini si stanno organizzando con flashmob, incontri virtuali, telefonate e la condivisione di informazioni corrette e sempre aggiornate. Lo scorso sabato, per esempio, i vicini si sono organizzati per applaudire all’unisono i lavoratori degli ospedali per il magnifico lavoro che stanno svolgendo in questo momento così difficile. I nostri vicini vengono sempre al primo posto per noi, e per questo abbiamo deciso di stabilire delle 5 piccole buone azioni che possano guidare il nostro comportamento nel migliore dei modi, all’insegna della solidarietà verso chi ci abita accanto.

Per farlo, ci siamo lasciati ispirare dal nostro partner Eden Project, un’organizzazione senza scopo di lucro che ha l’obiettivo di educare, connetterci l’un l’altro e tutelare il pianeta, esplorando nuovi modi di cooperare insieme per un futuro migliore.

Le azioni di una comunità responsabile – 5 cose che possiamo fare

  • Pensa agli altri, rifletti sulle tue azioni e sii gentile: le persone di ogni comunità si troveranno, in un modo o nell’altro, ad affrontare la difficile sfida del Covid-19 – dalla necessità di fare provviste fino ad aiutarsi mentre sono ammalati.
  • Mantieni un contatto costante con i tuoi vicini: in un momento di isolamento, abbiamo bisogno di trovare nuovi modi per rimanere connessi e sostenerci gli uni con gli altri per il nostro benessere fisico e mentale. Condividi i numeri di telefono e rimani in contatto con il tuo quartiere.
  • Sfrutta al massimo i gruppi di solidarietà online: tienili aggiornati, condividi le informazioni e diventa una parte positiva delle conversazioni nella tua comunità locale usando piattaforme come Nextdoor.
  • Supporta le persone vulnerabili o isolate: diversi gruppi nelle nostre comunità sono ad alto rischio e l’isolamento sociale o la solitudine sono le preoccupazioni principali a tutte le età. Ci sono cose che puoi fare, come fare una chiamata ogni tanto per controllare che i tuoi vicini siano ancora in buona salute.
  • Condividi informazioni e consigli da fonti certe: sostieni le persone che potrebbero essere più in ansia di te, segnala loro i comportamenti corretti da seguire secondo le indicazioni del Ministero della Salute.

Un quartiere su cui poter contare

Amedeo Galano, il nostro Head of Community di Nextdoor Italia, ha dichiarato:

“I quartieri possono essere una fonte essenziale di supporto, informazione e aiuto in questi momenti difficili. A Nextdoor, vediamo in prima persona cosa è possibile fare quando le comunità lavorano insieme. Usiamo le nostre risorse collettivamente per aiutare tutti quelli che sono più vulnerabili e isolati in questo momento di bisogno. È arrivata l’ora per tutti noi di creare un quartiere su cui poter contare.”

I gruppi Nextdoor per la solidarietà locale

I vicini di tutta Italia hanno creato finora più di 50 gruppi di solidarietà digitale su Nextdoor. I gruppi Nextdoor sono un ottimo modo per superare questo momento difficile, condividendo informazioni corrette e monitorando lo stato di salute dei propri vicini di casa, in particolari i più deboli e bisognosi.

Chiara, per esempio, ha dato vita al gruppo di solidarietà più grande di Milano, che si chiama “Aiutamoci con un sorriso”. Per comprendere meglio l’utilità dei gruppi di solidarietà su Nextdoor, abbiamo deciso di rivolgerci direttamente a Chiara.

“Chiara, perché hai deciso di creare un gruppo di solidarietà su Nextdoor?”

“L’ho fatto per sostenere e aiutare gli altri con un sorriso, in un momento di difficoltà. Essendo abituata alle asperità della vita mi rendo conto che non tutti hanno una resilienza di fronte a delle difficoltà, ma tante volte basta un sorriso o la parola giusta per supportare un vicino bisognoso di aiuto.”

Se vuoi seguire l’esempio di Chiara, inizia controllando nel tuo quartiere se ci sono già dei gruppi di solidarietà attivi, in alternativa:

Mostra i commenti

Unisciti alla discussione

Una risposta a “Le 5 azioni fondamentali per fare la differenza nella tua comunità locale”

  1. franco venditti dice:

    ce ne sono per ogni quartiere di roma?

Rispondi a franco venditti Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *