Nextdoor lancia la Mappa e i Gruppi di solidarietà per mantenere i vicini uniti

Noi di Nextdoor abbiamo l’obiettivo di riunire i vicini insieme, perché siamo convinti che questo sia l’unico modo per coltivare un mondo più gentile in cui tutte le persone possano sentirsi a casa. Questo principio è importante per noi nei momenti di “normalità”, ma lo diventa ancor di più nel momento del bisogno.

Da poco abbiamo reso disponibile la funzione Gruppi Nextdoor per permettere ai vicini di rimanere sempre in contatto gli uni con gli altri, dal proprio quartiere fino all’intera città. Tuttavia, in questo periodo così difficile per tutti, ci siamo sentiti di fare un passo in più. Abbiamo infatti creato la nuova Mappa della solidarietà: una mappa interattiva del vostro quartiere dove far sapere agli altri che vi rendete disponibili ad aiutare chi ne ha più bisogno. Coloro in cerca di aiuto inoltre possono visitare la mappa e vedere istantaneamente chi sta offrendo una mano, anche nei quartieri limitrofi.

Abbiamo deciso di mobilitarci non appena abbiamo visto l’Italia imporre uno stato di quarantena in casa per contenere la diffusione del Covid-19. In quel momento abbiamo deciso prendere ispirazione dall’esempio di Chiara. Dal proprio quartiere di Milano, Chiara ha creato un gruppo solidale su Nextdoor dal nome “Aiutiamoci con un sorriso”, con l’obiettivo di:

“sostenere e aiutare i miei vicini di casa in un momento di difficoltà come questo, ma con un sorriso in più. So che non tutti riescono a reagire allo stesso modo alle ostilità della vita, e per questo penso che uno dei modi per iniziare a reagire sia proprio quello di regalare un sorriso e una parola di conforto in più”.

Abbiamo ascoltato le vostre richieste e siamo qui con voi, offrendovi un nuovo modo per connettervi con i vostri vicini mentre affrontiamo coraggiosamente questa sfida tutti insieme. I gruppi di solidarietà Nextdoor vi aiutano a rimanere in contatto con gli altri, in modo del tutto virtuale e sicuro. I nostri utenti possono vedere delle nuove richieste su Nextdoor, con le quali trasformare le conversazioni più animate in gruppi attivi di solidarietà tra vicini. Questa funzione rende più facile mantenere unita la vostra comunità locale, e puoi invitare chiunque semplicemente cliccando sul pulsante verde “invita”.

Lottiamo da anni per non far sentire nessuna persona sola, non solo in questo periodo ma in generale. I gruppi di solidarietà Nextdoor servono a fornire una parola di conforto o un aiuto concreto ai vicini di casa, ma sono anche uno spazio utile per rimanere in aggiornamento costante con le notizie ufficiali. Sono molti i vicini giovani e in salute che si offrono volontariamente per svolgere delle piccole commissioni, come recarsi in farmacia a comprare medicine per le persone più bisognose, ma sappiamo bene i rischi che questo comporta. Per tale ragione, noi di Nextdoor ci impegniamo ogni giorno a rispettare le parole del Presidente del Consiglio, seguendo alla lettera le normative previste dal decreto #IoRestoaCasa. Questo significa che, se un vicino si offre di aiutare i più svantaggiati con delle piccole commissioni, dovrà munirsi del documento di autocertificazione previsto dal decreto assumendosi la responsabilità dei rischi che uscire di casa comporta. Le persone anziane sono le più penalizzate in questo momento perché, essendo dei soggetti ad alto rischio di contagio, sono costretti a vivere nel più completo isolamento, non lasciamole sole! A volte basta anche solo una telefonata o una videochiamata per aiutare a sconfiggere la solitudine.

In tutto il mondo stiamo vedendo un moto di solidarietà globale che si stringe intorno alle persone più colpite dal coronavirus. Sono tantissimi i vicini che tendono la loro mano per aiutare il prossimo, anche solo per regalare un conforto a distanza. Attraverso la Mappa della solidarietà ora è possibile avere una visione completa del vostro quartiere e delle sue risorse. Come? Basta aggiungere il vostro profilo Nextdoor sulla mappa, descrivendo in che modo vi rendete disponibili ad aiutare. Dal fornire un supporto come una chiamata per controllare lo stato di salute fino allo svolgimento di commissioni per i meno abbienti, ogni piccolo gesto è utile a regalare un sorriso in più in questo momento difficile che stiamo affrontando insieme.

Abbiamo attivato la Mappa e i gruppi della solidarietà inspirandoci al senso di comunità globale che abbiamo visto nascere spontaneamente su Nextdoor in queste settimane. Non incoraggiamo i comportamenti irresponsabili e vi chiediamo espressamente di rimanere in casa il più possibile fino alla fine della pandemia. Attraverso Nextdoor, vogliamo tendere la mano anche noi e contribuire nel nostro piccolo a facilitare la comunicazione tra vicini di casa, affinché nessuno si senta solo e isolato nella sua abitazione mentre combattiamo insieme per superare la pandemia. Con la speranza che, quando tutto questo sarà finito, avremmo dato tutti quanti un aiuto concreto al cambiamento positivo della nostra società.

Mostra i commenti

Unisciti alla discussione

8 risposte a “Nextdoor lancia la Mappa e i Gruppi di solidarietà per mantenere i vicini uniti”

  1. chiara covini dice:

    sono disponibile sia ad un contatto telefonico o tramite skype, sia per piccole commissioni di spesa o farmacia in zona (pezzotti-aicardo) certa che spesso il contatto non è solo fisico, ma anche di cuore, di occhi, di parole ….. dietro ad ogni porta non siamo soli!
    Questo periodo ci sta insegnando anche a ricevere oltre che a dare!

    1. AmedeoGalano dice:Autore

      Ciao Chiara,
      Puoi utilizzare la nostra Mappa della solidarietà, comunicalo ai tuoi vicini!

      1. chiara covini dice:

        ciao Amedeo
        sono assolutamente d’accordo con te: le nostre porte sono chiuse ma possiamo sentirci lo stesso.
        problema tecnico: non essendo così esperta tecnicamente non riesco a capire cosa devo fare per usare la mappa della solidarietà.
        …oppure sono già dentro?

        1. AmedeoGalano dice:Autore

          Ciao Chiara, una volta entrata puoi renderti disponibile ai tuoi vicini semplicemente scrivendo in che modo puoi aiutarli. Saranno poi i tuoi vicini eventualmente ad aprire la mappa per inviarti un messaggio.

  2. Anonimo dice:

    Complimenti avete avuto un”ottima idea io non posso esservi di aiuto data.la.mia età sono.una una un’ultra.ottatenne. . Buon lavoro a tutti

    1. AmedeoGalano dice:Autore

      Ciao! A volte anche una semplice chiamata può essere di grandissimo aiuto!

      1. chiara covini dice:

        ciao Amedeo
        sono assolutamente d’accordo con te: le nostre porte sono chiuse ma possiamo sentirci lo stesso

  3. Buongiorno. Massima disposizione per Aiutare chiunque abbia bisogno. Stiamo vivendo momenti “tragici”, per usare un eufemismo, non lasciamo da soli Anziani, Persone disabili, Ammalati, e sopratutto, “l’esercito di persona senza fissa dimora”. Amici, Uniti c’è la faremmo!! Uniti per questa la mia seconda Patria, la nostra Italia, la Eterna Belleza!! Dio vi benedica. Un abbraccio. Niurka. #SomosCuba

Rispondi a chiara covini Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *