Racconti degli amici di Nextdoor

Conosciamo Anna e Margo, organizzatrici seriali di eventi a Milano!

Scritto da AmedeoGalano

Ciao vicini! Per la nostra rubrica “racconti dei membri”, questa settimana tocca alle sorridenti Anna e Margo, le regine degli eventi di Milano! Due ragazze ricche di energia e, soprattutto, Ambasciatrici Nextdoor sin dal lancio in Italia di Settembre (anche prima in realtà!).

Abbiamo deciso di intervistarle, dopo aver partecipato a uno dei loro aperitivi, per capire quali sono i loro segreti per utilizzare l’app al meglio.

Ciao Anna e Margo, raccontateci un po’ di voi e su come vi siete avvicinate a Nextdoor!

Anna: Abito a Milano da circa 20 anni, quando mi sono trasferita per iniziare l’università. Terminati gli studi, non sono più tornata nel Biellese e ho iniziato a lavorare qui, cercando di diventare avvocato. Oggi continuo a vivere e a lavorare a Milano ma non essendo cresciuta qui, non conosco molta gente del mio quartiere. Quando ho visto l’annuncio di Nextdoor, l’ho trovata geniale e mi sono iscritta subito.

Margo: Ho iniziato la mia esperienza in Nextdoor in una calda giornata di agosto 2018 in una solitaria Milano. Sono una persona socievole e Nextdoor ha attirato subito la mia attenzione perché poteva essere un ottimo strumento per conoscere meglio la mia zona e il vicinato.

Come hai fatto a diventare una “maga degli aperitivi”?

Anna: Non mi sento una “maga degli aperitivi”, sono i partecipanti a fare la differenza. È facile organizzare un aperitivo perché è una formula rapida, poco ingessata, economica (e ciò non guasta), poi basta trovare un locale e.. il resto è fatto! La gente ha voglia di conoscersi, e non per forza ha secondi fini. Nextdoor non è una chat di incontri sentimentali, si va agli aperitivi rilassati, solo con voglia di conoscere i vicini.

Margo: Approdata in Nextdoor ho creato un evento “Aperitivo” con gli iscritti che ad agosto si trovavano a Milano. Ammetto la mia sorpresa quando all’aperitivo hanno aderito con entusiasmo più di una ventina di vicini. Eravamo tutti desiderosi di conoscerci meglio e ne abbiamo organizzato uno a settembre alla Balera dell’Ortica. Sono nate molte amicizie e iniziative.

Cosa significa per te Nextdoor? Inteso non solo come una app per conoscere i tuoi vicini

Anna: Nextdoor è un’opportunità, un aiuto, è senso di comunità.

Margo: E’ un valido strumento per condividere esperienze o problematiche comuni, permette il dialogo tra quartieri diversi.  Credo che Nextdoor possa superare quei “muri” creati dalla diffidenza e la sfiducia negli altri e aiuti nella condivisione di contatti umani.  Mi ha fatto piacere vedere iscritti usare Nextdoor come “portale” per la ricerca e offerta di lavoro. Mi piacerebbe molto condividere l’esperienza in Nextdoor di persone che vivono in altri Paesi.  Sarebbe interessante che Nextdoor fosse utilizzato dai Comitati di Quartiere per finalità d’informazione e comunicazione agli abitanti.

Sei interessato a organizzare un evento nel tuo quartiere? Scrivici ci aiutiamo noi!

10 Commenti

  • Complimenti davvero per l’entusiasmo che ci trasmettete! Solo una piccola richiesta/proposta…non si potrebbe trovare una alternativa linguistica al termine “racconti dei membri” ? Che ne so…magari “racconti degli amici di Nextdoor” o qualcosa del genere… 🥴 grazie comunque e continuate cosi’ 💪!

    • Ciao Flaminia, hai ragione! Ci abbiamo pensato e cambieremo il nome della categoria settimana prossima. Grazie per seguire il nostro blog, a presto!

  • Complementi ragazzi, una fantastica idea , sono egiziano e studio e lavoro qui , mi piacerebbe aggiungere vuoi per imparare meglio la cucina italiana anche faccio qualcosa egiziana .

  • Ciao a tutti, da poco sono andato in pensione, adesso ho molto tempo libero però non conosco nessuno nel quartiere, sono solo, questa è una bella occasione per fare delle amicizie, vorrei partecipare alle vostre attività del quartiere Marconi

    • Ciao Giuliano, scrivi nel tuo quartiere Nextdoor e chiedi ai tuoi vicini di Marconi di organizzare un evento assieme! E’ semplicissimo 🙂

Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Shares
Share This