Sicurezza

Nextdoor: uno strumento utile per allerta e prevenzione del crimine

Scritto da AmedeoGalano

Il mese scorso vi abbiamo parlato di prevenzione del crimine a livello locale, in collaborazione con l’Associazione Nazionale del Controllo del Vicinato.

Non ci fermiamo qui, siamo convinti che Nextdoor possa essere uno strumento potentissimo per connettere i vicini attorno al tema della sicurezza. Per questo abbiamo pensato di collezionare alcuni dati e storie per mostrarvi come i vostri vicini stiano utilizzando Nextdoor, in particolare la sezione Reati & Sicurezza.

Nel quartiere via Eustachi – via Plinio a Milano, il mese scorso c’è stata una interessante segnalazione di un furto. Una giovane ragazza milanese, assieme al proprio ragazzo è riuscita, con grandissimo coraggio, a recuperare un cellulare rubato.

Seguendo le indicazioni del nostro precedente post su questo argomento, la ragazza ha prontamente segnalato l’accaduto alla polizia, tuttavia riportando la notizia anche nel proprio quartiere Nextdoor. I vicini si sono prontamente mobilitati per aiutare la ragazza, aprendo gli occhi su un’eventuale accaduto e suggerendo modi per sbloccare il telefono per contattare la proprietaria.

Le abbiamo chiesto il permesso di condividere questa storia, segnalataci dai suoi vicini di casa, soprattutto per capire come mai abbia deciso di condividere il post su Nextdoor.

“Nextdoor è una piattaforma di vicinato, per cui ho trovato potesse essere adeguata per rintracciare la diretta interessata”.

Un altro tema caldo recentemente è quello delle truffe sui rilevatori di gas. Tante testate ne parlano, ed è fantastico vedere come a livello locale ci si mobiliti per parlarne e creare prevenzione.

Nextdoor a questo proposito sta lavorando per cercare di sviluppare dei corsi, assieme alle Associazioni del Controllo del Vicinato, per prevenire e combattere questi episodi.

Giusto per citare qualche dato, pensate che sono stati creati nell’ultimo mese più di 15 allerte con la parola “rapina”, che hanno generato più di 110 commenti. Per quanto riguarda invece la segnalazione di furti, ce ne sono più di 120, con ben 400 commenti. A dimostrazione che questi post attraggono tantissima attenzione in quanto generalmente utili per chiunque.


Hai visto qualcosa di sospetto o vuoi dare una allerta su un accaduto ai tuoi vicini? Posta nella sezione Reati & Sicurezza! Inoltre, sentiti libero di lasciarci la tua opinione a riguardo nei commenti!

8 Commenti

  • Una lodevole iniziativa, ma cosa ne pensate anche di un blog sulle notizie “buone” che coinvolgono i vicini? È vero che una foresta che cresce fa meno rumore di un albero che cade. Tuttavia……

    • Ciao Antonio, la nostra sezione “Sicurezza” ha soltanto due post, e di certo non connotazione negativa. Ti consigliamo di leggere la sezione “Racconti degli amici di Nextdoor”, per trovare qualche notizia simpatica su temi differenti 🙂

  • Amedeo salve
    innanzi tutto complimenti sinceri
    l’idea è intelligente ed il profilo sociale elevato
    mi farebbe piacere poter contribuire alla sicurezza del mio quartiere
    lavoro per un’azienda che propone un servizio di telesoccorso evoluto
    vorrei proporlo ai vicini del mio quartiere e se mi da dei consigli vedo di seguirli
    la ringrazio sin da ora ed in attesa di un suo cortese riscontro la saluto cordialmente
    Marco

    • Salve Marco, grazie del suo messaggio. Ti invitiamo a scrivere direttamente nel tuo quartiere se vuoi proporre un’iniziativa del genere, noi cerchiamo di raccontare storie di successo o casi dei nostri vicini da tutta Italiana, sperando di essere di ispirazione 🙂

  • Proprio così! segnalo che abbiamo ritrovato il motorino per anziani dimenticato al parco solarida un’arzilla 92enne e poi sparito. Grazie ad un attento e gentile signore lo abbiamo ritrovato in piazza Sant’Agostino 16 e fatta la denuncia, lo abbiamo recuperato mettendo in fuga un ragazzo che ci faceva un ulteriore richiesta di soldi per riaverlo … grazie di ❤️

    • Ciao Valeria, grazie mille del tuo messaggio! Puoi raccontarci come è andata? Ci piacerebbe saperne di più e raccontare questa storia 🙂

Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Shares
Share This