“La mia porta è aperta”, il movimento dei vicini per combattere la solitudine

L’inverno è tornato.. E con esso ritorna l’iniziativa “La mia porta è aperta!”

Prendendo parte a “La mia porta è aperta”, parteciperai al movimento con i tuoi vicini di casa. Lo sai che le piccole azioni fanno la differenza nel combattere la solitudine?

Basta poco per iniziare: rendersi disponibili per un caffè o dedicare cinque minuti tempo per una chiacchierata. Gesti così piccoli contribuiscono a creare un senso di appartenenza alla vita del quartiere, facendo sentire tutti a proprio agio tanto da poter chiedere aiuto se ne hanno bisogno. 

Attraverso la nostra campagna “La mia porta è aperta”, vogliamo fornirti lo strumento di cui hai bisogno per contribuire a costruire e mantenere relazioni a livello locale, favorendo la coesione sociale nel tuo quartiere. Perché, quando i vicini si uniscono, accadono cose davvero meravigliose!

Vuoi farti ispirare da qualche esempio?

Guarda i bellissimi momenti di condivisione trascorsi lo scorso anno grazie a “La mia porta è aperta”, come la storia di Vico. 

Vico è un signore di 82 anni che ci ha colpiti per la sua voglia di fare, il suo senso di appartenenza alla comunità e la sua volontà di aiutare gli altri senza chiedere nulla in cambio. Vico, nel suo quartiere, ha deciso di proporre una serie di aperitivi conoscitivi tra vicini sul tema del “reinventarsi”. Vico ha radunato più di 40 persone con la sua stessa voglia di raccontare e condividere esperienze, idee e storie di chi ha letteralmente reinventato la propria vita. Da quella prima serata, sono nate una serie di iniziative con un tema che sta molto a cuore a Vico e a Nextdoor, ovvero quello dell’integrazione.

Durante il periodo invernale dello scorso 2018 tantissime persone hanno stretto relazioni con i loro vicini di casa, e tantissime altre hanno partecipato attivamente al movimento in Italia. Quest’anno puoi contribuire al cambiamento anche tu!

Si, ma come iniziare?

1. Prendi un impegno.

Condividi il messaggio “La mia porta è aperta” su Nextdoor. È semplice ed è il modo migliore per mostrare ai tuoi vicini che sei disponibile. 

Potresti ricevere un invito a prendere un caffè, a passeggiare nel parco o semplicemente a scambiare due chiacchiere. Puoi anche organizzare un evento per la comunità, come una camminata o un incontro tra vicini in qualche posto carino proprio dietro l’angolo!

2. Comunica nel tuo condominio o nella tua area appendendo i nostri poster. 

Sensibilizzando i tuoi vicini, romperai il ghiaccio più facilmente! Attacca questi poster nell’atrio del condominio o sulla tua porta di casa. Presto, chissà che tu non possa vedere qualcuno dei tuoi vicini avvicinarsi per trascorrere del tempo insieme.  

Toc Toc Poster ITA
Quando stampi il nostro poster, non dimenticare di scriverci il tuo nome sopra così i tuoi vicini sapranno chi sei!

3. Distribuisci la lista con i nostri 20 consigli di buon vicinato!

Condividi questa lista di 20 semplici consigli con i tuoi vicini. Un piccolo gesto può avere un grande impatto sociale. 

Infine, se anche tu come noi vuoi aiutare a ridurre l’isolamento sociale, condividi il link alla campagna “La mia porta è aperta” sui social network che usi. In questo modo i tuoi amici e familiari potranno partecipare al movimento anche se non sono ancora iscritti a Nextdoor. 

A Nextdoor, ci impegniamo a supportare le azioni devote al locale. Questo perché siamo convinti che, se ognuno di noi si impegna ad agire con gentilezza e solidarietà nel proprio quartiere, sarà l’intera società a beneficiarne positivamente. 

Vuoi dare il tuo contributo condividendo la tua storia o quella di un tuo vicino? O hai semplicemente delle domande da fare sull’iniziativa? Lascia un commento o contattaci, saremo felici di discutere con te di questi temi così importanti per noi. 

Mostra i commenti

Unisciti alla discussione

16 risposte a ““La mia porta è aperta”, il movimento dei vicini per combattere la solitudine”

  1. Valerio Tarone dice:

    Nextdoor, la mia porta è aperta: sono disponibile a tutto ciò che c’è scritto, non a corsi di cucina…non cucino bene!!!!!

    1. AmedeoGalano dice:Autore

      Il nostro suggerimento per te Valerio è: organizza qualcosa nel tuo quartiere! 🙂

  2. Giulia dice:

    Grazie per l’impegno e per la bellissima iniziativa, condivido questa filosofia di vita e spero di poter contribuire in qualche modo per tornare a rendere più umana la vita di tutti..

    1. marina dice:

      sono d’daccordo 👍

    2. marina dice:

      sono d’accordo 👍 cosa si organizza?

    3. marina dice:

      sono d’accordo 👍 cosa si organizza?
      io sono disponibile a imcontri per passeggiate, chiacchierate, caffe …

  3. Nicola dice:

    Buongiorno cerco elettricista per ripristino quadro elettrico

    1. buona sera ,
      se hai ancora bisogno posso inviarti il numero del mio elettricista di fiducia.

  4. Valerio Tarone dice:

    Non so cosa organizzare. Andrebbe bene riunirci in 2-3-4 ecc. Spiegherei molteplici problemi e d’altronde cosa posso offrire..

  5. Lucia dice:

    Sono molto interessata a questa iniziativa e spero anche se non sono più molto gipvane di aver presto l occasione di prendere un caffè o bere un aperitivo insieme
    Lucia

    1. Valerio Tarone dice:

      Lucia, grazie. Io penso che parlare di persona dia molto piu ‘spazio di dialogo’. Da Eddy (v. Pollenzo 10) vado domenica pomeriggio. Cari saluti

  6. Antonia dice:

    Ciao sono disponibile per un caffè e due chiacchere io sono a San Bovio le terrazze
    Ho letto commenti volevo sapere se già vi siete incontrati e dove.
    Grazie Antonia

  7. MANUEL dice:

    UN INIZIATIVA SFAVILLANTE !!

  8. Michela dice:

    Ciao , io sono disponibile per due chiacchiere e un caffe. Sono Michela zona santa Rita stadio

  9. Lilli dice:

    Buongiorno sono interessata a partecipare a questa piacevole iniziativa. Io dono sola e vorrei conoscere persone del mio quartiere per condividere tante cose

  10. Patrizia dice:

    Abbiamo creato porte sperte bo ovest…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.